Turismo Industriale

  • Home
  • Progetto
  • Presentazione

Presentazione

Il turismo da sempre evoca un immagine di relax, tranquillità e svago. L'industria invece rievoca il lavoro, ossia ciò da cui il turista scappa per un po'. Quindi parlando di turismo industriale, sembra di essere in contraddizone.

Diceva, il Sig. Josep Pey riguardo a questo turismo, che

"significa mettere in rete i centri di produzione moderni con le fabbriche antiche, quelle musealizzate e aprire le porte laddove si può far vedere come nasce un prodotto."

Attraverso l'Archeologia Industriale, si ricercano i monumenti industriali, le loro origini ed evoluzioni, pertanto come si produceva un prodotto un tempo e come oggi, la politica locale, e l'adattamento alla società.
In questo modo si arriva a creare un prospetto storico dell'azienda, così da proporre un area museale dove si espongono prodotti e processi di produzione, dando la possibilità ai visitatori di entrare nella storia e capire le vecchie usanze.

14325056157 7d14dfe6fe z

Tutto ciò perchè il turismo sta cambiando, non si cerca più solo il leisure, ora si vuole scoprire, diventare partecipi delle cose, di essere dei presumer, mettersi in gioco, capire come è nato un prodotto, e non solo; per l'azienda è una buona occasione per promuovere i suoi prodotti, per tenere sempre un ricordo delle proprie tradizioni, delle origini, il che è davvero importante per non dimenticare chi eravamo, da dove veniamo e dove stiamo andando.

"Le tracce lasciate negli ultimi secoli dall'industria sono resti materiali del passato, che testimoniano la progressiva evoluzione della tecnologia e il conseguente mutamento del paesaggio agricolo circostante e, come tali, meritano di essere studiate e conservate archeologicamente."
Francesco Bignardi e Paolo Calderaro